L’arma dell’identità femminile e la marcia dei reggiseni

il ricciocorno schiattoso

hong-kong-breast-attack

Ieri, a Hong Kong, si è svolta una marcia di protesta.

Centinaia di uomini e donne sono scesi in strada armati di reggiseno per testimoniare l’indignazione causata dalla condanna della trentenne Ng Lai Ying a tre mesi e 15 giorni di detenzione per aver “usato la sua identità femminile” contro un’agente di polizia.

Riporta la stampa che, nel corso di una manifestazione di protesta svoltasi a marzo a Yuen Long,Ng Lai-Ying è stata arrestata perché, mentre si trovava coinvolta nei tafferugli, ha gridato “molestia” (indecent assault) contro l’ispettore capo Chan Ka-po; di fronte ai magistrati la donna ha affermato che lo aveva fatto d’istinto, perché questi aveva allungato le mani per toccarle il seno sinistro.

L’ispettore capo avrebbe dichiarato di essere stato minacciato e di temere per la sua incolumità a causa delle urla della donna, ma pare non abbia fornito alcuna indicazione in merito…

View original post 139 altre parole

Annunci

Informazioni su Sartorie Culturali onlus

© sartorie culturali onlus e © le panier vert

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: